Ospedale di Oderzo




Una coppia che vuole accedere al nostro Centro può telefonare munito di impegnativa allo 0422 322693 (Call Center) dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.00 chiedendo per una consulenza presso il Centro Sterilità oppure può recarsi personalemnete al Centro Unico Prenotazioni (CUP) del P. O. di Oderzo dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 17.00 e al sabato dalle 8.30 alle 12.00.
In base alla problematica della coppia saranno programmati accertamenti diversificati tra i due partners: prelievi ematici per documentare lo stato ormonale femminile ed eventualmente maschile, prelievi ematici per conoscere lo stato immunitario riguardo alle malattie infettive che hanno attinenza con la gravidanza (Rosolia, Toxoplasmosi, Malattia citomegalica, Sifilide, Immunodeficienza aquisita, Epatite B e C) di entrambi i partners. Inoltre potrà essere richiesto uno studio radiografico della pervietà tubarica (Isterosalpingografia) e uno studio del Liquido Seminale (Spermiogramma e Test di capacitazione). Potranno essere richiesti esami obbligatori per legge qualora si preveda di dover ricorrere a tecniche di fecondazione assistita (Emogruppo, G6PDH, Resistenze osmotiche globulari, Elettroforesi dell’emoglobina, Mappa cromosomica, Test per la Fibrosi Cistica) per entrambi i partner, come dalla scheda allegata. Una volta effettuati questi accertamenti la coppia prenderà un altro appuntamento, con la stessa modalità descritta sopra, per farli visionare al Medico del Centro.
Verrà quindi tracciato un quadro completo della problematica dell’infertilità, verranno proposti eventuali possibilità di aiuto da parte del Centro con l’illustrazione delle procedure da noi effettuate. Se gli esami sono compatibili ed adeguati, la coppia verrà iscritta in un registro per le procedure di 1° livello (Inseminazione Intrauterina Omologa) e/o in un registro per le procedure di 2° e 3° livello ( FIVET- ICSI, TESE...). Attualmente per eseguire una procedura di 1° livello il tempo di attesa è di circa 8 mesi, per il 2° e 3° livello circa un anno e mezzo dal momento dell’iscrizione.
Per quanto riguarda la fecondazione in vitro (FIVET e ICSI) il Centro esegue circa 25 pazienti al mese in un’unica settimana. Circa 2 mesi prima dell’esecuzione della procedura, la Segretaria del Centro chiamerà la coppia per sentire la disponibilità all’esecuzione della procedura e invierà una lettera al Medico Curante perché faccia eseguire gli ultimi accertamenti necessari ad entrambi i partner (la sierologia, infatti, ha validità di 6 mesi: Toxotest, Rubeotest, Citomegalovirus, Lue, HIV, HbsAg, HCV). Seguirà un colloquio con un Ginecologo, un Biologo e lo Psicologo del Centro durante il quale verranno illustrate le varie tappe della procedura e verrà compilato e consegnato alla coppia il “Piano Terapeutico” in doppia copia con la terapia da eseguire. Per il colloquio è necessaria la richiesta del proprio Medico Curante con scritto “Colloquio pre-PMA”. Una copia del Piano Terapeutico deve essere presentata al proprio Medico Curante per farsi prescrivere la terapia, che verrà eseguita dalla paziente a domicilio secondo delle date già prestabilite e riportate nel Piano Terapeutico. La settimana prima di quella in cui è stata fissata la procedura la paziente dovrà recarsi presso il nostro centro per eseguire il Monitoraggio clinico e follicolare (prelievo ematico per il controllo dell’estradiolo ed ecografia transvaginale per il controllo del numero e delle dimensioni dei follicoli) generalmente nei giorni di Martedì, Giovedì, Sabato (eventualmente anche il Lunedì e Mercoledì della settimana della procedura). È necessaria una impegnativa per ogni controllo ecografico con scritto “Monitoraggio clinico-follicolare”. E’ richiesta inoltre una impegnativa con scritto “Dosaggio estradiolo” che verrà fotocopiata 7 volte e sarà valida per tutti i dosaggi. Il sabato mattina prima della settimana in cui è stata fissata la procedura, la Paziente eseguirà anche una visita anestesiologica.
Le pazienti saranno invitate a telefonare nei giorni di Monitoraggio ad un orario concordato per conoscere l’esito dell’estradiolo e la prosecuzione della terapia. Sarà comunicato telefonicamente l’orario di esecuzione dell’iniezione per indurre l’ovulazione, il giorno del ricovero ed il giorno del prelievo degli ovociti (Pick-up).
Attualmente il Pick-up viene eseguito in regime di ricovero breve con permanenza in ospedale di due notti.
Il trasferimento degli embrioni avviene a 48 o 72 ore dal prelievo degli ovociti, preceduto da un breve colloquio con la coppia. La paziente verrà tenuta a riposo per circa 2 ore dopo il transfer.
Circa 14 giorni dopo il transfer la Paziente eseguirà il dosaggio ematico delle BetaHCG e lo comunicherà alla Segreteria del Centro appena possibile. Se il dosaggio è compatibile con gravidanza, si dovrà ripetere il prelievo 2-3 volte fino a quando verrà fissata la data della prima ecografia per la visualizzazione della camera ovulare e del battito cardiaco fetale. A questo punto la Paziente viene riaffidata al suo ginecologo di fiducia.

Per quanto riguarda invece le Inseminazioni Intrauterine Omologhe (IUI), viene fissato un colloquio per la coppia con la Ginecologa e con la Biologa del Centro circa un mese prima per illustrare la procedura e compilare il Piano Terapeutico in doppia copia, una per la paziente e una per il Medico Curante che dovrà prescrivere i farmaci richiesti. La terapia inizia a partire dal secondo giorno del proprio ciclo mestruale e il primo monitoraggio viene fissato telefonicamente presso la Segreteria del Centro dalla Paziente tra il 7° e il 10° giorno dall’inizio della mestruazione. È necessaria un’impegnativa compilata dal Proprio Medico Curante con riportato “Monitoraggio follicolare”, una per ogni controllo. Quando i follicoli avranno raggiunto le dimensioni adeguate verrà indotta l’ovulazione e fissata l’orario per l’inseminazione. Il giorno dell’inseminazione il partner maschile deve essere presente per la raccolta del liquido seminale. Dopo 14 giorni dall’inseminazione la paziente eseguirà il test di gravidanza (è sufficiente dapprima quello sulle urine e poi, se positivo, anche quello su sangue) e lo comunicherà alla Segreteria del Centro.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19/10/2005